26.02.2021 / Progetti

Una saldatrice per schede elettroniche ancora più efficiente e potente

Elca investe continuamente nello sviluppo tecnologico e nel rinnovamento del proprio parco macchine per garantire una produzione sempre all’avanguardia e tempestiva. Nei prossimi giorni nel nostro stabilimento verrà installata una nuova saldatrice per schede elettroniche estremamente potente. Permetterà di aumentare la capacità produttiva e di ridurre i tempi di lavorazione, mantenendo alta la qualità.

Grazie alla tecnologia ad azoto SEHO e alla modularità del sistema, la nuova saldatrice supporterà al meglio le produzioni elevate. La macchina inoltre consente di apportare qualsiasi tipo di cambiamento nella configurazione e può essere equipaggiata con differenti tipi di flussatori.

La saldatrice è un prodotto di nuova generazione, progettato per eseguire saldature di qualità con attenzione alle performance energetiche. L’area di preriscaldamento assicura un omogeneo preriscaldo delle schede elettroniche e un ottimo trasferimento di calore, riuscendo ottenere una densità di energia ed un livello di efficienza particolarmente elevati.
La configurazione degli emettitori ad anello singoli, al posto dell’utilizzo di interi segmenti, consente di avere temperature di preriscaldo dedicate ad ogni singola scheda. Questa condizione di settaggio permette di realizzare distanze tra i carrelli di saldatura molto più brevi e, di conseguenza, un alto volume di produzione con un eccellente efficientamento energetico.
Il processo di saldatura usa il metodo della doppia onda che evita lo stress della scheda elettronica, grazie a una differenza minima di temperatura tra la zona di pre-riscaldo e il pozzetto. La macchina inoltre è dotata del sistema “dip-apron” che riduce i residui di ossigeno e ossidi nell’area di saldatura, fornendo le migliori condizioni di bagnabilità.

Oltre alla nuova saldatrice, all’interno dello stabilimento di Elca verrà realizzata una linea di saldatura dedicata a quelle produzioni che ancora necessitano l’utilizzo dello stagno al piombo.